CARLO MASSAFRA, in viaggio verso New York.

Sempre più numerose sono le iniziative di aziende che orbitano nel mondo dello sport, volte a dare mediante contest, l’opportunità di partecipare in modo gratuito ad una delle grandi maratone nel modo.

Io stesso, l’anno scorso, ho avuto questa grande opportunità, grazie ad Oakley e alla Deejay ten, vincendo un contest che mi ha consentito di correre la London Virgin Money Marathon, come Oakley ambassador. Esperienza incredibile.

Oggi è il momento di New Balance Italia e Runner’s World Italia, che hanno selezionato 75 fra le numerose richieste di partecipazione al contest, che mette a disposizione la possibilità di gareggiare la maratona di New York 2017.

Runner’s world Italia con New Balance Italia hanno lanciato questo concorso, reclutando i runner che, per partecipare al concorso, dovevano pubblicare una foto o un video sui propri profili Facebook o Instagram. Delle centinaia di persone che hanno partecipato, ne hanno selezionate 75. Il contest si articola in 5 prove, che prendono il nome dai 5 borough di New York attraversati dalla maratona. Ogni 3 settimane ogni partecipante deve cercare di fare più km degli altri, essere costanti nel l’allenamento e condividere nei propri canali social le foto degli allenamenti.

E’ appena terminata la prima fase denominata Staten Island, bisognava correre almeno una mezza maratona di allenamento, sono stati eliminati 25 runner che, purtroppo, non ce l’hanno fatta. Da lunedì è cominciata una nuova fase del contest che si chiamq Brooklyn,  prevede come grado di difficoltà almeno 2 mezze maratone d’allenamento.

Fra i tanti amici che partecipano a questo contest,vi racconto la storia di Carlo Massafra, mio amico e runner, che conosco da quando sono piombato in questo mondo.mario e carlo

Ci legano molte cose, l’amore per la corsa, il fatto che entrambi abbiamo bimbi piccoli, con esigenze di famiglia che ci portano ad allenarci molto presto al mattino. Io di solito punto la sveglia alle 5,30 per poi uscire 15 minuti dopo, anche Carlo esce molto presto, non prima di aver preparato la colazione per tutta la famiglia!

Durante l’anno invece sfruttiamo tutte le prime domeniche del mese e i musei gratuiti, per portare i nostri piccoli alla loro scoperta.

Vi voglio raccontare la sua storia perché questo contest è differente dal mio.

Io sono stato selezionato da una giuria e quindi ho cominciato ad allentarmi sapendo subuto di partecipare, Carlo invece, ha cominciato ad allenarsi molto seriamente, nonostante tutte le difficoltà, pur dovendo superare delle selezioni e non essendo sicuro di arrivare alla selezione finale, quindi sarà necessaria per lui il doppio di motivazione.

Ho fatto a Carlo qualche domanda, per capire come procede questo viaggio con destinazione New York.

Come stai vivendo questa esperienza?

 Mi sento emozionato ed onorato allo stesso tempo, perchè immaginare di poter correre a New York la grande Mela, penso che sia il sogno di ogni runner. Sono come un bambino che sta vivendo un sogno ad occhi aperti, anche se siamo ancora nelle fasi iniziali del contest, per me è già un traguardo essere arrivato a questo punto.

Quali sono le discriminanti per vincere?

 Penso che la discriminante per vincere, non sia solo la velocità durante gli allenamenti, il numero di Km percorsi, è un’alchimia di forza di volontà, voglia di farcela, condivisione dell’esperienza, spensieratezza.

Quante probabilità ti sei dato?

 Bella domanda, non lo so, fino a dove riuscirò ad arrivare, spero fino alla fine!

Al mattino quando corri con che spirito lo fai?

Non ti nascondo che svegliarsi prima del solito, dove il mio solito sono le 5 a.m., non è facile, anche se mia moglie dice che sono matto, però correre all’alba quando il sole non è ancora sorto, con la compagnia della luna e il cantar del gallo, mi mette una strana carica addosso, è una dimensione tutta tua dove riesci a mettere in ordine i pensieri, una sorta di meditazione.

E se non dovessi essere scelto?

Pazienza, sarà stato un bellissimo percorso, lo stesso che almeno mi ha aiutato a restare in forma

Se volete aiutare ed incitare Carlo nei progressi dei suoi allenamenti, andate sul suo profilo Instagram @carlomassafra.

babbo running

 

Carlo, spero tu possa coronare il tuo sogno, conosco la determinazione e l’impegno che ci stai mettendo, per me hai già vinto, basta guardare i sorrisi che ti scappano ogni volta che corri. Quando, e se vorrai, raccontarci come procede il tuo viaggio noi saremo lieti di leggerti!

In bocca al lupo!

IronMario